La regione italiana con piu' incidenti stradali

Innanzitutto una raccomandazione: qui non si vuole fare di tutta l'erba un fascio, né accusare i tanti automobilisti onesti che pagano in prima persona i guasti causati da chi si pone fuori dalle leggi. Non bisogna però nascondersi dietro a un dito, e i dati parlano chiaro: c'è una regione italiana (la Campania) che concentra il 61% delle cause civili italiane derivate da incidenti stradali, mentre la sola città di Napoli arriva addirittura a contarne più di 100 mila!

Guarda la prova su strada della velocissima Audi RS6 Avant

Leggendo il rapporto ANIA (Associazione Nazionale Imprese Assicuratrici) 2012-2013, si vede quanto sia vasto il fenomeno: i dati ufficiali ci dicono infatti che, su 240 mila cause civili pendenti davanti a un Giudice di Pace, 150 mila circa sono raggruppate in Campania, con 108 mila riguardanti la sola città di Napoli. Di tutte quelle rimanenti, 26 mila sono pugliesi, 18 mila siciliane e quasi 10 mila calabresi; in pratica, queste quattro regioni raccolgono quindi l'85% di tutte le cause civili pendenti a livello nazionale. Nel resto d'Italia, l'unica altra regione che raggiunge numeri simili è il Lazio, con circa 16 mila procedimenti pendenti.

Spulciando le varie ricerche sull'argomento (la più recente è del 2011), si trovano però anche altri dati interessanti: si può infatti vedere che il nostro paese ha un'incidenza di sinistri con danni fisici (pari al 22,4%, quasi un incidente su quattro) più che doppia rispetto alla media europea; questo dato, già fin troppo elevato, viene però quasi doppiato considerando i dati provenienti da alcune province della Campania e da tutte quelle di Puglia e Calabria: in queste zone, infatti, più di un sinistro su tre provoca danni fisici alle persone coinvolte, con ovvie ricadute sui premi assicurativi di tutti gli automobilisti, ben più alti che in altre regioni.

Le leggi più strane alla guida

Solo cattive notizie dal Sud, quindi? Niente affatto: il calo dei sinistri fraudolenti (da quasi 70 mila nel 2010 a 54.500 nel 2011) a livello nazionale è infatti anche merito della forte diminuzione del fenomeno in Campania, dove comunque si verifica in più del 7% degli incidenti. A livello di città italiane, è però Foggia (con il 13,25%) il capoluogo dove l'incidenza dei sinistri con frode accertata è più alta, mentre località come Napoli e Caserta si sono fermate, rispettivamente, al 8,91% e al 8,13%.

Ultimi post

Altri post >>