Cantare in macchina è più pericoloso che essere ubriachi o stanchi?

Che alcol, cellulari e stanchezza siano nemici della sicurezza sulle strade non è certo una novità, ma lo sapevate che anche cantare a squarciagola potrebbe essere altrettanto pericoloso?

Può sembrare assurdo a molti, ma uno studio condotto in Australia ha rilevato importanti differenze tra chi guida con la radio spenta e chi invece si fa coinvolgere dal ritmo della musica. Il problema, per chi si trova al volante, non riguarda però un ipotetico "mascheramento" di suoni esterni (come sirene o clacson), bensì si riferisce proprio ad uno stile di guida molto diverso nei due casi.

I ricercatori della Monash University hanno infatti dimostrato come la musica influisca sul livello d'attenzione degli automobilisti, dal momento che il cervello non è più concentrato unicamente sulla guida: un compito apparentemente secondario come ascoltare le parole delle canzoni (o anche solo cantare) occuperebbe quindi molte più risorse cerebrali di quanto si possa immaginare.

RM1: il guardrail salva motociclisti by Rossman Project

Dai test condotti con un simulatore di guida su strade urbane e autostrade, si è infatti notato come i 21 soggetti partecipanti abbiano mantenuto un'andatura irregolare in caso di musica a volume elevato - a volte procedendo molto più lentamente rispetto alla velocità consentita, oppure, in altre occasioni, viaggiando ad andature ben più veloci. Risulta inoltre che i soggetti fossero costretti a continue correzioni con il volante per rimanere all'interno della propria corsia, mentre i tempi di reazione sono risultati notevolmente rallentati.

BMW Roadster: ecco la Zagato

Per comprendere meglio il fenomeno, gli accademici australiani stanno continuando a monitorarlo, concentrando ora l'attenzione sui diversi stili di musica per capire quali siano più "impegnativi" da ascoltare. Che un domani ci siano brani "sconsigliati" a chi deve mettersi al volante? Vedremo, anche se a nostro parere dovrebbe essere il solito "buon senso" a prevalere - magari senza esagerare con il volume dell'autoradio.


Ultimi post

Altri post >>