Auto che si guidano da sole [VIDEO]

Ognuno di noi probabilmente trascorre almeno una o due ore al giorno al volante della propria vettura, con grande dispendio di energie fisiche e (principalmente) nervose. Molte case automobilistiche stanno però lavorando (già da parecchi anni) a una tecnologia che finora non è mai stata implementata su quattro ruote e che potrebbe farci recuperare molto del tempo che ora perdiamo a guidare un'automobile. Rimaste per decenni confinate nel campo della fantascienza, le auto con il "pilota automatico" potrebbero però diventare realtà nel giro di pochi anni, cambiando radicalmente il nostro modo di guidare.

Incidenti stradali: chi va in bicicletta rischia di più

Volvo, BMW, Toyota e Audi sono solo alcune delle aziende che si stanno muovendo in questo ambito di ricerca, con risultati tangibili e che attendono spesso più una normativa legale adeguata che veri e propri avanzamenti della tecnologia. La casa svedese è l'ultima in ordine di tempo ad aver mostrato i risultati delle sue ricerche, basate sulla tecnologia SA.R.TR.E. (Safe Road Trains for the Environment, ovvero convogli stradali sicuri per l'ambiente). Ma come funziona?

In pratica si tratta di una serie di veicoli che procedono in fila indiana, tutti alla stessa distanza e velocità; come battistrada di questo particolare "trenino" si trova un grosso TIR, guidato da un conducente in carne e ossa appositamente addestrato, mentre dietro possono accodarsi fino a otto vetture: grazie a sofisticati sistemi radar, sensori e telecamere, interfacciate con un apposito software, tutte le auto viaggiano a 90 Km/h e a circa sei metri l'una dall'altra, in tutta sicurezza e senza che i guidatori debbano muovere un dito per controllare le vetture.

Tecnologia Apple sulle Ferrari del futuro?

Il problema qual è? Molto semplicemente, esiste un "vuoto" normativo a livello legale e di codici stradali, che non prevedono ancora la presenza di vetture del genere in circolazione e creerebbero così problemi nel determinare la responsabilità in caso d'incidente. C'è comunque da dire che, a livello di sicurezza, gli automobilisti potrebbero trarre più di un beneficio dai veicoli con il "pilota automatico": un computer non si distrae mentre è alla guida e riuscirebbe anche a valutare meglio le distanze. Rimaniamo quindi in attesa di novità: chissà che un domani si riesca veramente a leggere un bel libro mentre la nostra macchina "ci porta" al lavoro!

Auto che si guidano da sole, quando la realtà supera la fantasiaStoccolma (TMNews) - A volte la realtà supera la fantasia. Leggere il giornale, mandare sms, addirittura truccarsi mentre si è alla guida della propria vettura... vietatissimo e pericoloso, nel nostro mondo. Ma tutt'altro che fantascienza in un futuro neanche troppo remoto in cui sarà possibile fare tutto questo e anche di più, in piena sicurezza. E' l'obiettivo di molte case automobilistiche intente a sviluppare piloti automatici in grado di condurre una vettura, in modo totalmente automatizzato. Diversi prototipi sono già in fase di test per le strade di tutto il mondo, come il "treno di vetture" della Volvo che consente alle auto di marciare - da sole - a velocità e distanza costante le una dalle altre. "Sembra un film di fantascienza - spiega Linda Wahlstrom, della Volvo - è quello che chiunque sogna sin da bambino, essere portato in giro da un'auto che si autogestisce totalmente. Ed è quello che io sto provando adesso nella realtà, è bellissimo". "Probabilmente - aggiunge Matt Burt, vicedirettore della rivista Autocar - ci saranno delle divergenze di pensiero tra gli entusiasti del sistema e chi, invece, ama guidare e 'sentire' la propria vettura. Ma penso che questo non ostacolerà affatto lo sviluppo di questa tecnologia". Si stima che circa il 90% degli incidenti stradali siano causati da distrazioni o errori dei guidatori. Per questo, avere un computer che decide per noi potrebbe essere un vero vantaggio in termini di sicurezza. Tuttavia, ci vorranno ancora almeno 10 anni prima che questa tecnologia venga installata sulle automobili. (Immagini AFP)

Ultimi post

Altri post >>